BENVENUTI A CASA MIA!
Powered by Blogger.

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 20 dicembre 2011

La recita di Natale e il vestito di San Giuseppe:l’odissea continua!

Come ben ricorderete, domani Antonio ha la famosa recita e il vestito da angioletto è stato sostituito dal vestito del saggio e silente San Giuseppe. Vestito che la cara nonnina stà cucendo direte voi…eh no! e qui casca l’asino vi dico io! Il destino ci ha messo il suo zampino infame infatti, ieri arriva la telefonata che la nonna non si sente un granché bene, nulla di grave ma la povera donna non si può certo mettere a cucire mantelle e accessori! Stamattina quindi, di buon ora, accompagno il nano a scuola (ora che ci penso forse è la prima volta che arriviamo in orario!) e spiego il problema alla maestra che molto gentilmente mi informa che la tunichetta la rimedia lei “tu occupati soltanto del bastone e della mantella!” Evvai! Tutti pronti, parte il commando alla ricerca del S. Giuseppe perduto.


Detto commando è capitanato da mia mamma, un metro e tanta voglia di crescere per 65 kg. di peso (mamma lo sai che ti voglio bene! ^_^), a seguire la sottoscritta con tanto di bassotta fissata sull’anca. La cara mammina si arma di telefono e chiama mia zia, una sorta di nonna papera dei nostri tempi; la classica zia che si presenta col ciambellone appena sfornato, con il vassoio di frappe e castagnole a carnevale,che OVVIAMENTE sa cucire benissimo! “Piera ci serve della stoffa rossa di raso ed un bastone da S. Giuseppe dove possiamo andare?” “Allora, per il bastone vai al negozio di cinesi, per la stoffa vai alla merceria che sta tre passi più su!” ed io “Ah…ma perché vende anche la stoffa? io pensavo vendesse soltanto bottoni e roba varia” “Eh..perché si vede che attacchi soltanto i bottoni! Ma io dico..sai io cosa facevo all’età tua? Io avevo già cucito tutto il corredo per tua cugina e stavo già preparando qualcosa per mia nipote! Ma io dico alla tua età ancora non sai attaccare eccc…blablablablabla..” “Pron..zia..non sen..graz..l’inform..e…a pres…click!” eh purtroppo le linee telefoniche non sono più quelle di una volta...:) Ok, partiamo all’attacco, prima tappa: i cinesi!
Entro nel negozio dove un simpatico signore orientale mi accoglie con un gran sorriso..”Salve, dice!” “Salve, si..dunque, mi serve un…un bastone e se ce l’ha una mantella rossa!” il simpatico signore orientale mi guarda come per dire: all’età tua ancora giochi con i travestimenti? “ E’ per mio figlio!" preciso ”Deve fare S.Giuseppe” “ Mantella lossa no! Bastone...dile quale bastone!” “quale bastone..un bastone, sai il bastone per camminare? Quello!” tento di spiegarmi mimando una malriuscita camminata claudicante “Un bastone!” “Aaaah…quello che fa male gamba! Bastone pel vecchietti?” “Si quello!” “Io capiscio io capiscio…in fondo in fondo!” mi avvio verso lo scaffale indicato dal simpatico signore e finalmente lo vedo…lì..tutto solo, l’ultimo rimasto! Una visione!!” Lo afferro al volo e mi dirigo verso la cassa tutta soddisfatta, neanche avessi trovato la schedina giocata con il sei vincente al superenalotto! Pago e mi congedo dal signore che mi saluta con mille inchini. Bene, problema bastone risolto..ora andiamo in merceria alla ricerca della stoffa. Entriamo stile famiglia brambilla Io mammeta e la bassotta che , ogni volta che la rimetto in macchina inganna il tempo togliendosi le scarpe, costringendomi così a rimettergliele ogni volta prima di scendere!! Entriamo e la signora ci tira fuori una bellissima stoffa di raso rosso lucidissima, troviamo anche la passamaneria dorata da applicare, il lembo per fare il colletto i laccetti insomma, tutto il necessario! “Ma voi…cucite anche?” “Eh si…ma ormai è troppo tardi!” “Ah…bene!” vedendomi in evidente stato di difficoltà la signora comincia a dispensarmi consigli su come poter realizzare sta mantella “Allora guarda, la dividi a metà, fai il segno del collo e, una volta che hai la misura del collo, prendi un piattino, lo segni con la matita disegnando un semicerchio, tagli la stoffa e il collo e fatto! Semplice no?” mi sorride tutta soddisfatta…io mia mamma e la bassotta osserviamo in silenzio la stoffa con fare piuttosto perplesso…restiamo così per qualche secondo finché mia madre rompe il silenzio poggiando un dito sulla stoffa, disegnando un semicerchio immaginario e tagliando corto con un “ma si…il collo di Antonio sarà più o meno così! Tagli tagli!!” La signora non commenta e ubbidisce. “Mamma ora che si fa? Lo cuci tu?” “Eh lo farei volentieri però…non ho la macchina da cucire, c’ho l’artrite alle mani, il cane con l’otite..” “Ok ok..ho capito!" Chiamiamo Maria..!” Volete sapere chi è Maria? Maria è la ganzissima sarta, una carinissima signora di origini marchigiane che usa candeggina a gogo per pulire casa, e prepara brodo di gallina un giorno si e l’altro pure. Quando vai a casa sua quindi, appena si apre la porta vieni stordita dalla svampa di candeggina, per poi venir messo definitivamente Ko dalla gallina che borbotta nella pentola!” “Maria…restiamo in tema natalizio…mi serve un miracolo” “Eh mò…nu miracl…accomode accomode!” “Allora marì..devo fare una mantella per Antonio” Maria mi segue tirando fuori tutto l’occorrente dalla busta che le ho fornito, osserva tutto con fare esperto limitandosi ad annuire di tanto in tanto…”mmm…e per quand te serv?” “eh marì..per domani” “Ah..ecc lu miracl! Ma sei sicur che la stoff bast? mmm..nono non bast” “Vabbè dimmi quanta te ne devo prendere ancora” “almen natr mezz metre” “ ok, ritorno in merceria e te  li porto!” “eeehhh sapess quant n’ho fatt de st’angiulett!” “E’ San giuseppe Marì…” “si vabbè..ngi faccie case..angiulett …san giusepp” “ Si si… certo…tanto noi tagliamo le finali a tutti e due indistintamente! Checcefrega :))  “Si si torn doman alla mezz e lo trov prond!” “Grazie maria..sei un mito!” mi congedo dalla simpaticissima maria e finalmente la mia odissea sembra conclusa, la tunica c’è, il bastone pure, la mantella è risolta…in zona cesarini, ma tutto sommato ci siamo salvate..FORSE!
Volete sapere come andrà la recita? Non  vi resta che seguirmi ^_^ …continua….

5 commenti:

  1. Oddio!! Speriamo bene!!
    Io ancora non sono arrivata a tutto ciò, ma ho una nana che si leva le scarpe in macchina!!

    RispondiElimina
  2. Ciao antonella
    OOooh ma ci arriverai, se vuoi prepararti psicologicamente a tutto ciò che ti aspetta seguimi tra i miei lettori fissi, ne vedrai delle belle! ;) A presto e grazie del commento!
    Serena

    RispondiElimina
  3. Oddio, sto diventando Family-Sere dipendente, oggi raccontavo le tue storie a mia sorella e ridevamo come sceme... noooo, vorrei tanto essere lì domani. Aspetto con tanta ansia gli ultimi aggiornamenti!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Serena, grazie per avermi avvisata dell'errore, i link erano proprio uguali, un mio errore dovuto all'abitudine del copia-incolla. Ancora auguri e grazie per il tuo commento! :)

    RispondiElimina
  5. Grazie a te saray, figurati non c'è problema. Ma era doveroso precisare! ;)) Buone feste e torna a trovarmi :)

    RispondiElimina

 

Mamma per Te Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez